Dalla Baita Barsi al Rifugio dell’Alto-Matanna

WP GPX Maps Error: File /home3/camminare/public_html//ilcamminare.it/wp-content/uploads/2012/02/baita_barsi_altomatanna.gpx not found!WP GPX Maps Error: File /home3/camminare/public_html//ilcamminare.it/wp-content/uploads/2012/03/Deviazione-per-Ritrogoli.gpx not found!

Dalla Baita Barsi al Rifugio dell’Alto-Matanna…

è inutile che inganni l’evidenza! vi potrei raccontare che… lo scopo di questa camminata era quella di continuare sul filo del sentiero 101, che… quindi….la prerogativa era quella di percorrere il sentiero fino all’arrivo del rifugio, per valutare ecc ecc., ma in realtà la scusa e lo stimolo, erano di tutt’altra natura.

Un bel piatto di affettati casarecci e un buon calice di vino rosso, ovviamente senza esagerare!! senno come ci si torna indietro?!.Dalla Baita Barsi al Rifugio dell'Alto-Matanna
Be d’altra parte mi sembra giusto di premiare la fatica… siamo uomini o caporali?
Domenica scorsa, quindi il 26/02, mi sono dedicato questa bella, scarpinata nel buon nome dell’aria aperta, della montagna, del sole e del relativo appetitone che naturalmente ne consegue, quindi perché non celebrare questa adorabile richiesta fisiologica, in rifugio, di fronte ad un bel piatto di bellezze toscane e accanto ad un ardente camino scoppiettante.

Oltretutto camminando si evita che poi, dopo, scatti l’immancabile senso di colpa… il ritorno a piedi ci giustifica qualsiasi strappetto… quindi godiamocela pure!!….

Questo è il percorso del 26/02/2012

Download file GPX > {filelink=29}

Baita Barsi

Dalla Baita Barsi al Rifugio dell'Alto-Matanna

La Partenza è da Ritrogoli, un paesino di due case di numero, ci sono arrivato in macchina, attraverso una stradina stretta ma asfaltata per l’80%, per arrivarci bisogna svoltare a sinistra, percorrendo la strada Provinciale che da Pescaglia va a Pascoso, appena arrivati su un tornante che costeggia una croce in legno, posta sulla nostra destra, alla nostra sinistra è ben visibile il cartello, collocato sul cordolo perimetrale della carreggiata, dove indica la direzione da percorrere per la Baita Paolo Barsi.
Ovviamente per svanire qualsiasi confusione descrittiva, allego il particolare, con il percorso indicato in mappa, scaricabile, che vale più di mille spiegazioni.

Arrivati basta parcheggiare, attrezzarsi e proseguire a piedi, seguendo le numerose ed inequivocabili indicazioni, per la Baita, che in questo periodo però è chiusa.

Dalla Baita Barsi al Rifugio dell’Alto-Matanna: download file GPX > {filelink=30}

Verso Campo all’Orzo e Foce del Crocione passando da focetta di San Vincenzo

Dalla Baita Barsi al Rifugio dell'Alto-Matanna

Arrivare alla baia Barsi, come già detto è molto semplice, basta seguire i segnali, ovviamente è molto più facile, per chi ha il ricevitore GPS e può usufruire dei File Gpx di questo articolo, poi per chi pensasse che è arrivato il momento di fare il salto di qualità, ed avere in tasca tutte le mappe con i sentieri CAI dell’Italia, basta cliccare qui.

Proseguendo in progressione, saliamo… e poi.., saliamo passando per i vari step, rappresentati dalle Foci, dove l’immancabilmente paletto ci indica fiero i sentieri da intraprendere, e il tempo di destinazione, noi non ci sbagliamo seguiamo il 101, perché il nostro obbiettivo è uno solo! sederci con le gambe sotto il tavolino!! è?!.

La salita è costante, senza strappi impegnativi, che ci possano affannare il lento procedere, il sole è alto ed è il grande protagonista della giornata, insieme alla natura che ne fa da cornice, mentre una lieve brezza trasporta i primi odori della primavera, è davvero una bella sensazione di benessere, tra altro pian piano ci avviciniamo al rifugio e la voglia di rifocillarsi lentamente sale!.

Dalla Baita Barsi al Rifugio dell'Alto-MatannaArrivati alla Foce del Crocione 978 mt, il sentiero 101 si diversifica io all’andata ne ho seguito uno ed al ritorno un’altro, ma entrambi salgono e ci conducono alla stessa meta.

Il primo che ho percorso è più breve, taglia dal bosco ha una partenza più tecnica, in quanto brevemente arriva in quota per poi livellarsi, lungo il versante nord del monte, cosicché è più in penombra, ed anche più interessato dalla neve.

In effetti è preferibile utilizzare questa deviazione nel periodo estivo, l’unico particolare è che non è molto segnato, ma comunque si distingue molto bene.

Il secondo invece, molto più segnalato è più lungo, quindi meno inclinato, arriva gradualmente in quota e in questo periodo è molto più piacevole, infatti è esposto ad ovest è molto soleggiato e raccoglie la rigenerante brezza marina.

Dalla Baita Barsi al Rifugio dell'Alto-Matanna

Foce del pallone

Siamo a due passi dalla meta quindi adesso ci possiamo rilassare, oramai la mente e il corpo sono protesi al fulcro della camminata, anche il sentiero ci invita a tale conclusione, oramai il punto più della passeggiata è stato raggiunto, abbiamo scollinato!, da questo momento in poi è tutta discesa fino al rifugio, quindi quale migliore notizia, le gambe vanno da sole!, ci rilassiamo e godiamo del contesto naturale che è davvero unico ed impareggiabile.

Concludendo vi invito a provare questo percorso,  sono convito che non potrà che donarvi dei grandi momenti, quindi fatemi sapere come sono state le vostre impressioni, ho meglio organizziamoci e magari nella bella stagione proponiamo una passeggiata collettiva a tappe, magari di più giorni.

Dalla Baita Barsi al Rifugio dell’Alto-Matanna, Un Saluto!Thumbnail image Carlo Picchietti

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 9.0/10 (2 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +2 (from 2 votes)
VN:F [1.9.22_1171]
Ambiente
Condizione Richiesta
Tecnica
Fattore Divertimento
Descrizione del Percorso
Configurazione del Percorso
File GPX
Qualità dell'Articolo
Rating: 7.9/10 (1 vote cast)
Dalla Baita Barsi al Rifugio dell'Alto-Matanna, 9.0 out of 10 based on 2 ratings

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.